Amiata Piano Festival sposta il ricco programma previsto per il ’20 al 2021 e lavora alacremente per proporre, in sicurezza anche per il 2020, un progetto artistico che garantisca continuità d’offerta musicale al territorio e confermi, in questo momento difficile, i rapporti di solida collaborazione con gli amici musicisti, pur nel rispetto delle mutate condizioni ambientali.

La pandemia ancora in corso e le incertezze delle prime riaperture non
consentono di confermare nella sua totalità per il 2020 il ricchissimo calendario di eventi d’alto profilo già programmati per fine maggio. La decisione del Direttore Artistico Maurizio Baglini e della Fondazione Bertarelli
è stata sofferta e non facile, ma ha prevalso su ogni altra considerazione la necessità di tutelare in primis la salute dell’affezionato pubblico e dei grandi artisti internazionali coinvolti nel progetto. Ma gli impegni presi non verranno
cancellati, bensì spostati per intero sul 2021, a dimostrazione della limpida volontà di mecenatismo illuminato e concretamente fattivo che ha caratterizzato da sempre l’intervento culturale sul territorio della Fondazione, del suo Presidente Maria Iris Bertarelli e del Vice Presidente Claudio Tipa.
Per l’anno in corso Fondazione Bertarelli e Amiata Piano Festival stanno lavorando di comune accordo per salvare l’appuntamento Dionisus, di consuetudine previsto a fine agosto, e i concerti natalizi di dicembre, o confermando il progetto originario o con un nuovo programma artistico modellato sulle esigenze sanitarie dettate dalle autorità preposte.
Considerata la particolare logistica del Forum Fondazione Bertarelli, nella località di Poggi del Sasso, e del contesto vitivinicolo in cui il Festival è nato e si sviluppato negli anni, è ipotizzabile che solo nella seconda metà di giugno sarà possibile confermare il nuovo programma del ’20 o la definitiva rinuncia alle attività concertistiche per l’anno in corso.

Di seguito il programma artistico del ’20, che slitterà al ’21, tranne gli
appuntamenti DIONISUS e CONCERTI DI NATALE, al momento confermati:

IX BEETHOVEN/LISZT PER PIANO E NON SOLO
Maurizio Baglini pianoforte
Solisti dell’Accademia Verdiana (Arianna Cimolin soprano, Luana Grieco mezzosoprano, Manuel Rodríguez
tenore, Cesare Kwon baritono)
Beethoven/Liszt (Sinfonia n. 9 op. 125 “Corale”, versione per pianoforte, voci soliste e coro)

BEETHOVEN&ROTA: EROICA E ALTRI MONDI
Filarmonica Toscanini diretta da Sesto Quatrini
con la partecipazione di Silvia Chiesa violoncello
Beethoven (Ouverture “Egmont” op. 84, Sinfonia n. 3 op. 55 “Eroica”), Rota (Concerto per violoncello e orchestra n.
1 in si minore)
BEETHOVEN&CANOVA: ARTE TRIDIMENSIONALE

Conferenza concerto con Giuseppe Fausto Modugno, pianoforte, e Philippe Daverio, storico dell’arte

VIAGGIO AMERICANO PER CINQUE TASTIERE
Emanuele Arciuli pianoforte, pianoforte elettrico, clavicembalo, pianoforte preparato, toy pianoJ. Adams, Cage, Corea, P. Glass e altri

BACH E MOZART: SERENATE ITALIANE
Archi di Santa Cecilia diretti da Luigi Piovano
con la partecipazione di Maurizio Baglini pianoforte
J. S. Bach / A. Piovano (Concerto Italiano BWV 971, trascrizione per pianoforte e archi), W. A. Mozart (Concerto per
pianoforte e orchestra in la maggiore K. 414, Serenata n. 13 per archi in sol maggiore “Eine kleine Nachtmusik” K.
525), Respighi (Antiche danze ed arie per liuto, III suite (sec. XVI e XVIII) – libera trascrizione per orchestra d’archi)

ORGANO&PIANOFORTE: UN INSOLITO INCONTRO
Adriano Falcioni organo; Mariangela Vacatello pianoforte

J. S. Bach (Passacaglia per organo in do minore BWV 582), Liszt (Studi d’esecuzione trascendentale per pianoforte S. 139: n. 11 “Harmonies du soir”, n. 10 “Allegro agitato molto”), Reger (Fantasia per organo sul corale “Hallelujah!
Gott zu loben, bleibe meine Seelenfreud’!” op. 52 n. 3), Duruflé (Scherzo per organo op. 2), Ligeti (Musica ricercata),
Escaich (Choral’s Dream per organo e pianoforte)

FOLÍAS & ROMANESCAS HESPÈRION XXI
Jordi Savall, Viole de gambe basse à 7 cordes de Barak Norman, Londres 1697 Xavier Díaz-Latorre, Guitare et Théorbe

SENTIERI SELVAGGI, CAMERA CON CAFFÈ!
Sentieri Selvaggi Ensemble diretto da Carlo Boccadoro
Andres (“Checkered Shade” per flauto, clarinetto, violino, violoncello, percussione e pianoforte – prima italiana),
Torke (“Spoon Bread” per violino e pianoforte – prima italiana), Boccadoro (“Calligramme pour M.P.” per
clarinetto, arpa e percussione), Testoni (Scherzino per flauto, clarinetto e arpa), Nyman (“Love Always Counts” per
flauto, clarinetto, vibrafono, pianoforte, violino e violoncello), Jeffes(“Music from the Penguin Cafe”)

ARPA&GLASSHARMONICA: WUNDERKAMMER MUSIK
Pauline Haas arpa; Thomas Bloch glassharmonica
von Holt Sombach (Adagio), Renié (Pezzo sinfonico per arpa), K. L. Röllig (Kleine Tonstücke per glassharmonica), T.
Bloch (Adagio K. 1418 per glassharmonica), W. A. Mozart (Adagio e Rondò K. 617), J. A. P. Schulz (Largo per
glassharmonica), C. M. von Weber (Adagio e Rondò J. 115), G. Pierné (Improvviso-Capriccio per arpa), Rota (“O
Venezia, Venaga, Venusia” dal film “Il Casanova di Federico Fellini”, 1976), Donizetti (Fantasia su “Lucia di
Lammermoor”), Haas (Iguales al nacer)

DIONISUS – da Giovedì 27 a Domenica 30 Agosto 2020

ARCHI IN TRE DIMENSIONI
Nuovo Trio Italiano d’Archi
con la partecipazione di Maurizio Baglini pianoforte
Beethoven (Serenata per violino, viola e violoncello in re maggiore op. 8), Schnittke (Trio per archi), G. Mahler
(Quartetto per pianoforte e archi in la minore)
CORALITÀ SACRA: PUREZZA ASSOLUTA!
LiberaVox Ensemble diretto da Luigi Taglioni
Giovanni Pierluigi da Palestrina
BEETHOVEN: SINFONIE AL PIANOFORTE
Louis Lortie pianoforte
con tre allievi della Chapelle Reine Élisabeth di Bruxelles
Beethoven/Liszt (Sinfonie n. 1 op. 21, n. 3 op. 55 “Eroica”, n. 5 op. 67, n. 7 op. 92)
VIRTUOSISMO ITALIANO! PER “FARULLI 100
Orchestra della Toscana diretta da Alessandro Cadario
con la partecipazione di Silvia Chiesa violoncello; Maurizio Baglini pianoforte
Saint-Saëns (Concerto per violoncello e orchestra n. 1 op. 33, Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 op. 22),
Mendelssohn Bartholdy (Sinfonia n. 4 op. 90 “Italiana”)

CONCERTI DI NATALE – Sabato 12 e Domenica 13 Dicembre

SHEHERAZADE, VOCE DELLE MILLE E 1 NOTTE
Paola Pitagora voce recitante; Marco Sollini, Salvatore Barbatano pianoforte a 4 mani
Rimsky-Korsakov (Sheherazade, suite sinfonica op. 35, trascrizione per pianoforte a 4 mani dell’autore)

BEETHOVEN: CAMERA PER 3 E PER 7
Maurizio Baglini pianoforte; Gabriele Pieranunzi violino; Francesco Fiore viola; Silvia Chiesa violoncello; Alberto
Bocini contrabbasso; Corrado Giuffredi clarinetto; Paolo Carlini fagotto; Guido Corti corno
Beethoven (Trio per pianoforte, clarinetto e violoncello in mi bemolle maggiore op. 38, Settimino per archi e fiati in mi
bemolle maggiore op. 20)
I concerti di Amiata Piano Festival vengono trasmessi da RadioRai3 e una selezione
di essi viene annualmente pubblicata in tutto il mondo da DECCA.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi