LA MUSICA “ITALIANA” DI HÄNDEL  ALL’AMIATA PIANO FESTIVAL

Venerdì 6 dicembre 2019 si potranno ascoltare alcuni brani che il geniale compositore tedesco scrisse durante i suoi soggiorni giovanili a Roma, Firenze e Venezia, dove imparò i segreti dello stile italiano. Sul palco del Forum Bertarelli di Poggi del Sasso (Cinigiano, GR) l’ensemble berlinese Lautten Compagney e il soprano Eleonora Contucci. In programma anche Sonate e Canzoni di Merula, Cavalli e Corelli.

 

La musica “italiana” di Georg Friedrich Händel all’Amiata Piano Festival. Venerdì 6 dicembre 2019, alle ore 19, al Forum Bertarelli di Poggi del Sasso (Cinigiano, Grosseto) si potranno ascoltare alcune pagine che il geniale compositore tedesco – tra i più illustri esponenti del Barocco – scrisse durante i suoi soggiorni giovanili a Roma, Firenze e Venezia, dove imparò i segreti dello stile italiano.

L’ensemble berlinese Lautten Compagney e il soprano Eleonora Contucci eseguiranno le antifone Salve Regina ed Haec est Regina virginum HWV 235, la cantata Agrippina condotta a morire HWV 110 e la Sonata a tre in sol minore HWV 393. In programma anche brani di celebri autori italiani contemporanei o di poco precedenti Händel (1685-1759), fondamentali nella sua formazione artistica: la Sonata a tre in re minore op. 3 n. 5 di Arcangelo Corelli; No, no ch’io non mi fido di Tarquinio Merula; Canzon à 3 di Francesco Cavalli.

Quello di venerdì 6 dicembre sarà il primo dei due Concerti di Natale della 15^ edizione della rassegna musicale, fondata e diretta dal pianista Maurizio Baglini e sostenuta dalla Fondazione Bertarelli. Sabato 7 dicembre, sempre alle ore 19 al Forum Bertarelli, è in programma il Quatuor pour la fin du temps di Olivier Messiaen, con Gabriele Pieranunzi, violino; Silvia Chiesa, violoncello; Gabriele Mirabassi, clarinetto; Maurizio Baglini, pianoforte; Guido Barbieri, voce recitante.

Al termine di ciascuno dei due concerti è prevista una cena a buffet, con vini della Cantina ColleMassari, compresa nel prezzo del biglietto.

 

Biglietti: www.boxofficetoscana.it – Info: www.amiatapianofestival.com – Tel. + 39 339 4420336

Sede: Forum Bertarelli, Poggi del Sasso, Cinigiano, Grosseto

Eleonora Contucci

Ancora bambina, ha cantato nella prima dell’opera Pollicino di Henze al Cantiere di Montepulciano. Crescendo all’interno di questa realtà si è avvicinata a diversi generi artistici sotto la guida di personaggi come Marcel Marceau. Iniziato lo studio del canto lirico con Maria Vittoria Romano, si è diplomata con Nicoletta Panni. Ha frequentato numerose masterclass, fra cui quelle con Alfredo Kraus e Renata Scotto e quella con Hervé Niquet sulla vocalità barocca. Ha cantato Nozze di Figaro dirette da Mehta a Firenze e, sempre con Rinaldo Alessandrini, Amadigi di Händel al San Carlo, L’incoronazione di Poppea a Salamanca e al Festival di Beaune e Orfeo alla Scala con la regia di Bob Wilson. In campo concertistico ha cantato con direttori come Albrecht, Bolton e Tate. La Brilliant ha pubblicato due suoi cd con i Lieder di Burgmüller e la prima registrazione mondiale dei Lieder di Hugo Staehle. Nel 2015 ha dato vita al Festival di Pasqua a Montepulciano, di cui è direttore artistico.

 

Lautten Compagney

Attiva da oltre trent’anni, la Lautten Compagney di Berlino ha un interesse particolare per il teatro musicale, soprattutto per le opere di Händel: grande entusiasmo ha accolto la sua produzione di Rinaldo, in collaborazione con la Compagnia di Marionette Carlo Colla & Figli.

Nello stesso tempo l’ensemble ama sperimentare incontri con sonorità nuove e altre forme d’arte: il cd “Timeless”, che affianca musiche di Merula a lavori di Philip Glass, ha ricevuto il premio ECHO Klassik, e la vittoria del premio Rheingau Musik nel 2012 è giunta proprio in riconoscimento della sua creatività. La Lautten è ospite abituale in sedi come la Konzerthaus e il Radialsystem V a Berlino, la Gewandhaus di Lipsia, il Concertgebouw di Amsterdam, il Musikverein di Vienna, l’Händel Festival di Halle, il Mosel Musikfestival, il Festival di Lucerna e l’Utrecht Early Music Festival. Due volte l’anno Wolfgang Katschner e la Lautten, in concomitanza con i due equinozi, organizzano a Neuruppin il festival Aequinox.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi