ALL’AMIATA PIANO FESTIVAL È TEMPO DI “DIONISUS”

Nel cuore della Toscana si celebra il connubio tra musica e vino. Da giovedì 24 a domenica 27 agosto quattro concerti da non perdere con celebri stelle del concertismo internazionale. Le degustazioni con vista sui vigneti del Montecucco.

 

All’Amiata Piano Festival è tempo di “Dionisus”. Da giovedì 24 a domenica 27 agosto 2017, al Forum Bertarelli di Poggi del Sasso (Cinigiano, Grosseto), è in programma la terza serie della rassegna fondata e diretta dal pianista Maurizio Baglini e sostenuta dallaFondazione Bertarelli.

 

Quattro gli appuntamenti di questa tranche che rende omaggio al felice connubio tra musica e vino. Durante tutti i concerti al pubblico verrà infatti offerta una degustazione delle etichette della Cantina ColleMassari, con vista sui vigneti del Montecuccoche circondano l’auditorium del festival.

 

Originale e accattivante il programma musicale, che coinvolge celebri stelle del concertismo internazionaleinsieme con alcuni tra i più brillanti giovani talenti italiani: oltre allo stesso Baglini, la violinista Anna Tifu, la violoncellista Silvia Chiesa, l’Orchestra Senzaspine diretta da Luciano Acocella, la Zefiro Baroque Orchestra diretta da Alfredo Bernardini e l’Ensemble di Fiati del Conservatorio di Milano diretto da Alessandro Bombonati.

 

Schumann multimedialeGiovedì 24 agosto va in scena un inedito spettacolo multimediale, con i testi e la voce del poeta e musicologo Jean-Yves Clément e le proiezioni sul grande schermo realizzate da Giuseppe Andrea L’Abbate. Il pianista Maurizio Baglini, che sta registrando per Decca tutta l’opera pianistica del compositore, eseguirà il Carnaval op. 9 e le Davidsbündlertänzeop. 6. L’interpretazione dal vivo sarà accompagnata da proiezioni multimediali create ad hoc e si alternerà a testi poetici di grande suggestione per un cocktail di note, immagini e parole di grande impatto emotivo.

 

Amiata Music Master. Venerdì 25 agosto largo ai giovani dell’Ensemble di fiati del Conservatorio di Milano. Diretti da Alessandro Bombonati, alcuni tra i migliori allievi della prestigiosa istituzione avranno dunque l’opportunità di debuttare su un palcoscenico che conta. “Diamo spazio ai giovani senza demagogie”, racconta Baglini, “offrendo loro l’occasione concreta di farsi ascoltare da un pubblico qualificato come quello dell’Amiata Piano Festival”.  In programma musiche di Richard Strauss.

 

Ritorno a grande richiesta. Sabato 26 agosto riflettori puntati su tre grandi artisti già applauditi al festival: la violinista Anna Tifu,la violoncellista Silvia Chiesa (artista residente) e il direttore d’orchestra Luciano Acocella, questa volta sul podio dell’Orchestra Senzaspine. In programma due capisaldi del sinfonismo ottocentesco: il Concerto per violino e violoncello op. 102 di Brahms e laQuinta Sinfonia di Beethoven.

Vivaldi & Friends. Domenica 27 agosto, ultimo appuntamento dell’estate nel segno del barocco. Protagonista l’autorevole Zefiro Baroque Orchestra, punto di riferimento internazionale per questo peculiare repertorio, diretto da Alfredo Bernardini. Serata tutta dedicata ad autori italiani del Sei e Settecento: Vivaldi, ma anche Albinoni, Platti, Lotti e Alessandro Marcello.

Il cartellone dell’Amiata Piano Festival 2017 proseguirà con due Concerti di Natale l’8 e il 9 dicembre.

 

I concerti iniziano tutti alle h. 19.00.

Biglietti: www.boxofficetoscana.it

Info: www.amiatapianofestival.com   tickets@amiatapianofestival.com – Tel.: + 39 339 4420336

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi